mercoledì 18 ottobre 2017

Calamaio Lamy T52 con inchiostro blue [recensione]


Avevo già ampiamente scritto di questo inchiostro. Ora, dopo oltre un anno che uso l'inchiostro Lamy Blue solo ed esclusivamente in cartucce (le ottime e capienti Lamy T10), per un fatto prettamente economico (visto che, scrivendo tanto consumo anche moltissime cartucce), mi sono deciso a comprare direttamente il calamaio Lamy T52.


Si tratta, come potete vedere in queste mie foto, di una elegante boccetta (costa 14,32 euro su Amazon) che contiene ben 50 ml di inchiostro blu (ne esiste anche una versione più piccola, chiamata Lamy T51, con 30 ml). Io ho preso questo modello contenente inchiostro Blue ma, di questa azienda tedesca, in commercio ci sono anche quelli con gli inchiostri nero, rosso, blu-nero, verde e turchese.
Partiamo dalla confezione d'acquisto: la boccetta è inserita all'interno di un semplice ma pratico scatolino con alette (su cui sono indicate le istruzioni e le immagini per ricaricare la penna stilografica e per la sua successiva pulitura). Una volta aperto lo scatolino, quindi, ecco emergere questa boccetta... o calamaio, per i più nostalgici.


La boccetta è in vetro ed è incastrata sopra una basetta in plastica nera e cava al centro... perché la boccetta vera e propria ha, alla sua estremità, una specie di "fossetta", utilissima per poter utilizzare fino all'ultima goccia di inchiostro contenuta al suo interno. Inoltre, dentro alla stessa basetta in plastica, è posta (uscendo da una fessura laterale) una piccola ma pratica striscia di carta assorbente con cui, una volta terminate le operazioni di ricarica, potremo anche pulire la punta della stilografica. A completezza d'informazione, vi segnalo che questa striscia di carta assorbente non è presente nel modello Lamy T51 (la boccetta più piccola).


Visto che, come ho anche detto all'inizio, ho già trattato e recensito questo inchiostro (ma in cartuccia) io mi fermo qui e vi rimando direttamente al link della precedente recensione.


----------
Le altre mie recensioni su penne stilografiche, inchiostri e strumenti per scrittura:
- 27/09/2017: Inchiostro Pelikan 4001 Turchese
- 26/07/2017: Inchiostro Pelikan Edelstein Sapphire
- 20/07/2017: Penna stilografica Kaweco Ice Sport
- 22/06/2017: Penna stilografica Lamy Al Star "Ocean Blue"
- 04/05/2017: Penna roller Lamy Al Star "Pacific Blue"
- 27/04/2017: Penna a gel Pilot G-2 0.7
- 19/04/2017: Penna stilografica Kaweco Skyline Sport Classic e inchiostro Kaweco Royal Blue
- 06/04/2017: Penna roller Lamy Tipo Al K
- 01/04/2017: Penna a gel Pilot G-1 0,7
- 20/03/2017: Taccuini/Quaderni "Field Notes"
- 16/03/2017: Inchiostro Parker Quink Blue-Black
- 21/02/2017: Penna stilografica Kaweco Al Sport
- 01/02/2017: Inchiostro Diamine Sapphire Blue
- 20/11/2016: Penna stilografica Lamy Logo
- 28/09/2016: Penna stilografica Jinhao 250
- 16/09/2016: Inchiostro Diamine Presidential Blue
- 09/09/2016: Inchiostro Pelikan 4001 blu-nero
- 07/09/2016: Inchiostri Lamy blu-nero, blu e rosso
- 29/08/2016: Inchiostri Pelikan 4001 nero, blu e rosso
- 26/08/2016: Penna stilografica Kaweco Sport Classic
- 10/08/2016: Penna stilografica Jinhao 886
- 20/07/2016: Penna stilografica Jinhao X750
- 08/07/2016: Penna stilografica Schneider Voyage
- 05/07/2016: Penna stilografica Pilot V Pen
- 13/06/2016: Penna stilografica Hero 616
- 10/06/2016: Penna stilografica Pelikan Twist
- 27/05/2016: Penna stilografica Lamy Safari

lunedì 16 ottobre 2017

[Recensione] Origin

Origin
di: Dan Brown

Titolo originale: Origin
Formato: Kindle
Dimensioni file: 2327 KB
Pagine: 654
Editore: Mondadori (3 ottobre 2017)
ASIN: B075G2WCLF
Data di acquisto: 11 settembre 2017 (prenotazione)
Letto dal 10 al 16 ottobre 2017

----- Sinossi -----
Robert Langdon, professore di simbologia e iconologia religiosa a Harvard, è stato invitato all'avveniristico museo Guggenheim di Bilbao per assistere a un evento unico: la rivelazione che cambierà per sempre la storia dell'umanità e rimetterà in discussione dogmi e principi dati ormai come acquisiti, aprendo la via a un futuro tanto imminente quanto inimmaginabile. Protagonista della serata è Edmond Kirsch, quarantenne miliardario e futurologo, famoso in tutto il mondo per le sbalorditive invenzioni high-tech, le audaci previsioni e l'ateismo corrosivo. Kirsch, che è stato uno dei primi studenti di Langdon e ha con lui un'amicizia ormai ventennale, sta per svelare una stupefacente scoperta che risponderà alle due fondamentali domande: da dove veniamo? E, soprattutto, dove andiamo? Mentre Langdon e centinaia di altri ospiti sono ipnotizzati dall'eclatante e spregiudicata presentazione del futurologo, all'improvviso la serata sfocia nel caos. La preziosa scoperta di Kirsch, prima ancora di essere rivelata, rischia di andare perduta per sempre. Scosso e incalzato da una minaccia incombente, Langdon è costretto a un disperato tentativo di fuga da Bilbao con Ambra Vidal, l'affascinante direttrice del museo che ha collaborato con Kirsch alla preparazione del provocatorio evento. In gioco non ci sono solo le loro vite, ma anche l'inestimabile patrimonio di conoscenza a cui il futurologo ha dedicato tutte le sue energie, ora sull'orlo di un oblio irreversibile. Percorrendo i corridoi più oscuri della storia e della religione, tra forze occulte, crimini mai sepolti e fanatismi incontrollabili, Langdon e Vidal devono sfuggire a un nemico letale il cui onnisciente potere pare emanare dal Palazzo reale di Spagna, e che non si fermerà davanti a nulla pur di ridurre al silenzio Edmond Kirsch. In una corsa mozzafiato contro il tempo, i due protagonisti decifrano gli indizi che li porteranno faccia a faccia con la scioccante scoperta di Kirsch... e con la sconvolgente verità che da sempre ci sfugge.
Dan Brown ha ambientato la nuova, emozionante avventura del suo personaggio di maggior successo, Robert Langdon, nelle suggestive cornici di Bilbao, Barcellona e Madrid, fra capolavori dell'arte, edifici storici, testi classici e simboli enigmatici. Brillante riflessione sull'eterno conflitto tra scienza e fede e sulle sfide che le nuove tecnologie e l'intelligenza artificiale ci pongono quotidianamente, Origin è un romanzo ricco di spunti colti e di invenzioni narrative, in cui passato e futuro si incontrano in una contemporaneità sorprendente.

----- La mia recensione -----
"Quando la scienza ci offre una risposta, la risposta è universale. Gli uomini non si fanno la guerra nel suo nome: si riuniscono intorno a essa".
Origin è il lavoro di Dan Brown più complesso, più criptico e quello che, maggiormente, apre scenari futuri e delicati dibattiti tra i fautori della religione ed i sostenitori della scienza. Il copione dello scrittore statunitense  è sempre lo stesso... ed io mi ci sono abituato, ma non assuefatto: intrighi e misteri iniziali, la fuga di Robert Langdon con la coprotagonista femminile al seguito e la rivelazione finale che smonta tutto quello a cui avevamo pensato o ipotizzato. C'è da dire, però, che questa volta la "sorpresa finale" era abbastanza prevedibile e scontata... già da metà libro avevo capito il ruolo del supercomputer Winston.
La trama scorre via che è un piacere, anche in presenza delle tante descrizioni fisiche e chimiche, due materie per me sempre ostiche (sin dai tempi delle scuole). Da segnalare anche la bellissima, e ben riuscita, descrizione dei luoghi di Bilbao e Barcellona... tutto il libro, infatti, mi ha dato l'impressione di voler essere un omaggio a queste città, alle loro opere ed ai loro personaggi più illustri (Gaudí su tutti).
- Voto: (5 su 5)

Clicca qui e scarica le mie note e le parti che ho sottolineato

----------
Gli altri libri di Dan Brown che ho letto e recensito:
- 12 gennaio 2017: Il codice da Vinci (letto ma non recensito)
- 24 novembre 2016: Angeli e demoni
- 19 novembre 2015: La verità del ghiaccio
- 7 aprile 2014: Crypto (letto ma non recensito)
- 6 giugno 2013: Inferno
- 1 aprile 2011: Il simbolo perduto (letto ma non recensito)

domenica 15 ottobre 2017

Pink Floyd - The Piper at the Gates of Dawn (1967)

Pink Floyd - The Piper at the Gates of Dawn (1967)

Data di pubblicazione: 5 agosto 1967
Durata: 41.52
Numero tracce: 11
Genere: Rock psichedelico e Rock sperimentale
Etichette: Columbia Graphophone Company/EMI (per il Regno Unito) e Tower Records/Capitol (per gli Stati Uniti)
Produttore: Norman Smith
Ingegnere del suono: Peter Bown
Copertina: Vic Singh; design retrocopertina a cura di Syd Barrett
Registrato tra febbraio e luglio 1967 negli studi di Abbey Road Studios di Londra

The Piper at the Gates of Dawn è il primo album del gruppo musicale britannico Pink Floyd, pubblicato nel 1967. Si tratta dell'unico album realizzato sotto la direzione di Syd Barrett.



Formazione:
Syd Barrett: chitarra e voce
Roger Waters: basso e voce
Rick Wright: organo e pianoforte
Nick Mason: batteria
David Gilmour: chitarra e voce durante i live


Tracce:
1. Astronomy Domine (Syd Barrett) - 4.17
2. Lucifer Sam (Syd Barrett) - 3.09
3. Matilda Mother (Syd Barrett) - 3.05
4. Flaming (Syd Barrett) - 2.46
5. Pow R. Toc H. (Syd Barrett, Roger Waters, Rick Wright, Nick Mason) - strumentale - 4.24
6. Take Up Thy Stethoscope and Walk (Roger Waters) - 3.07
7. Interstellar Overdrive (Syd Barrett, Roger Waters, Rick Wright, Nick Mason) - strumentale - 9.41
8. The Gnome (Syd Barrett) - 2.14
9. Chapter 24 (Syd Barrett) - 3.53
10. The Scarecrow (Syd Barrett) - 2.10
11. Bike (Syd Barrett) 3:27
Nell'edizione americana (del 21 ottobre 1967) mancano i brani Astronomy Domine, Flaming e Bike sostituiti da See Emily Play. Nell'edizione italiana (del maggio 1971) la copertina è una foto del gruppo (del 1969) con David Gilmour.

Singoli: Flaming e The Gnome

National Geographic Italia: i numeri di maggio e giugno 2002

----- Maggio 2002 -----
Su questo numero di National Geographic è stata pubblicata una mia lettera relativa all'articolo "Love Story - L'evoluzione dei cani ed il loro rapporto con l'uomo", pubblico a gennaio 2002: clicca qui per leggere la mia lettera
- Cibo: quanto è sicuro? Oggi il cibo è prodotto in serie, controllato, sterilizzato. Eppure le malattie alimentari continuano a colpire, a volte persino a uccidere, anche nei Paesi più ricchi. L'industria si espande, il mercato diventa sempre più globalizzato, e nemici vecchi e nuovi si annidano nel piatto, come ha dimostrato la crisi della "mucca pazza". Dai campi ai mercati e alla cucina, i rischi spuntano ovunque: possiamo difenderci?
- Quanto è alterato? Mais inattaccabile dagli insetti, soia che non viene danneggiata dai pesticidi, riso "corretto" alla vitamina A... gli alimenti transgenici sono una realtà, già presente sui banchi dei supermercati. Il cibo Ogm sconfiggerà la fame nel mondo e curerà molte malattie, sostengono gli entusiasti. È un rischio per la salute umana e per l'ambiente, e arricchisce solo le multinazionali, ribattono gli oppositori.
- Sorprendenti visioni. Considerate in genere brutte bestiole grigiastre e perdipiù fastidiose divoratrici di maglioni, le falene si rivelano creature incantevoli nei ritratti creati dall'artista Joseph Scheer con scanner, monitor e stampante.
- A caccia nel fiume. Un gruppo di ricercatori si avventura nelle giungle e nei corsi d'acqua della Guyana, dove la natura è esposta ai rischi dell'attività mineraria e della deforestazione. Per amore degli umili pesci gatto e per catalogare tutte le specie che riescono a incontrare, gli ittiologi sopportano il caldo soffocante, affrontano marce estenuanti, e legioni di insetti famelici.
- Po, dolore e abbondanza. Nella Pianura Padana si dice così: Al Po al dà ' e' l tos: il Po dà e il Po toglie. Le frequenti e terribili inondazioni del fiume più lungo d'Italia hanno sempre portato paura e dolore in queste terre, distruggendo campagne e città. Ma la bellezza e il continuo mutare di queste acque e delle terre che vi si affacciano accendono anche passioni che durano tutta la vita.
- Codice Postale: Lincoln Park. È uno dei quartieri più alla moda di Chicago. Curioso ma vero, l'attrazione principale è una linea ferroviaria sopraelevata che risale a 110 anni fa. I treni sfrecciano radenti alle case, con gran subbuglio a ogni passaggio. Ma gli abitanti ne vanno fieri; anzi chiacchierano con i passeggeri dei treni, sporgendosi appena dai davanzali.
- Portfolio: Bruce Dale. Una sua foto in questo momento sta viaggiando nello spazio a bordo della sonda Voyager della Nasa, per spiegare agli eventuali alieni cosa sia il pianeta Terra. Del resto, il mondo dei comuni mortali non ha più molto da dare a Bruce Dale, 2.000 foto pubblicate sul National Geographic, due volte fotografo dell'anno per il settore delle riviste; fotografie in digitale che gli sono valse un encomio particolare della Smithsonian Institution. In queste pagine rivisitiamo il lavoro di un grande dello scatto. "Prima di cominciare, ho già un'idea precisa di ciò che potrei fotografare, ma non è questo che mi interessa - dice -. Cerco il colpo di fortuna, la foto che non avrei mai immaginato di scattare".

----- Giugno 2002 -----
- Mappa in allegato: Gli Inca (lato A e B)
- L'epopea sconosciuta del D-Day. 6 giugno 1944: un'armata di 200 mila uomini dà l'assalto alle spiagge della Normandia nel più gigantesco sbarco della storia. Il "giorno più lungo" della Seconda guerra mondiale raccontato nei suoi aspetti meno noti: le "grandi truffe" del controspionaggio, le mappe top secret, le prove generali dell'operazione destinata a prima vista a fallire; e oggi, la corsa contro il tempo per documentare i ricordi degli ultimi sopravvissuti.
- La foresta boreale. Un ecosistema unico, immenso, che circonda l'intero globo terrestre, dall'Alaska al Canada, dalla Scandinavia alla Siberia. Definita il "secondo polmone del mondo", oggi questa foresta relativamente intatta del Grande Nord viene gradualmente intaccata dall'opera dell'uomo, che taglia alberi per l'industria del legname, costruisce strade, miniere e pozzi petroliferi.
- Orme sulla neve. Hanno una cattiva reputazione eppure i ghiottoni sono meno cattivi di quanto li dipingano le leggende popolari. Nelle foreste della Finlandia, alla ricerca della verità su questi carnivori, opportunisti timidi e misteriosi con il gusto del gioco.
- La lunga via verso la pace. Viaggio di guerra e di scoperta in Afghanistan. Il diario al fronte della giornalista Lois Raimondo rivela il prezzo della fragile "pax" raggiunta a Kabul. E mostra che l'Occidente può comprendere l'Islam. E viceversa.
- Il ritorno degli Inca. Sotto una baraccopoli alla periferia di Lima, in Perù, una spedizione archeologica scopre uno dei più grandi cimiteri inca. Oltre 2.000 mummie svelano i segreti di una civiltà.
- Imperi delle Ande. Otto secoli prima dell'avvento degli Inca, due popoli dominavano le Ande: a Nord i Wari, a Sud i Tiwanaku. Costruirono città monumentali, templi grandiosi e un efficiente sistema stradale. Dopo secoli di dominio, si dissolsero apparentemente nel nulla.
- Codice postale: Maracanã, Rio. Può ospitare 180 mila tifosi, è il sogno di molti calciatori, e riflette i tanti contrasti della società brasiliana. Breve storia dello stadio Maracanã, il tempio del gol.

La classifica dei libri più venduti (di domenica 15 ottobre 2017)

Questi i libri più venduti (fonte: "La Lettura", supplemento del Corriere della Sera di domenica 15 ottobre):

1. (n) Dan Brown: Origin (Mondadori)
2. (1) Ken Follett: La colonna di fuoco (Mondadori)
3. (2) Antonio Manzini: Pulvis et umbra (Sellerio)
4. (n) Simonetta Agnello Hornby: Nessuno può volare (Feltrinelli)
5. (4) Donatella Di Pietrantonio: L'Arminauta (Einaudi)
6. (5) Paolo Cognetti: Le otto montagne (Einaudi)
7. (6) Francesca Cavallo ed Elena Favilli: Storie della buonanotte per bambine ribelli. 100 vite di donne straordinarie (Mondadori)
8. (3) Francesco Guccini e Loriano Macchiavelli: Tempo da elfi. Romanzo di boschi, lupi e altri misteri (Giunti Editore)
9. (n) Aldo Cazzullo: Metti via quel cellulare. Un papà. Due figli. Una rivoluzione (Mondadori)
10. (n) Andrea Camilleri: Esercizi di memoria (Rizzoli)

[settimana precedente]

mercoledì 11 ottobre 2017

Ecco la "Uefa Nations League"... e l'Italia è in Serie A


E' stata varata ufficialmente la Uefa Nations League, la nuova competizione per le Nazionali europee che avrà cadenza biennale, a partire dal 2018/19. La buona notizia è che l'Italia (insieme alle altre undici migliori compagini continentali) è stata inserita nella "Lega A", la fascia che possiamo benissimo definire come una sorte di Serie A del torneo che avrà promozioni e retrocessioni tra una Lega e l'altra e, dulcis in fundo, metterà in palio anche dei posti per Euro 2020.
Questa la composizione delle quattro leghe in cui sono state divise le 55 nazionali europee:


- LEGA A: Germania, Portogallo, Belgio, Spagna, Francia, Inghilterra, Svizzera, Italia, Polonia, Islanda, Croazia ed Olanda. Le squadre verranno divise tutti in quattro gruppi da tre squadre ciascuno, con le vincenti dei rispettivi gironi che accederanno alla fase finale della Uefa Nations League (con Semifinali, Finale terzo posto e Finalissima) che si giocherà nel giugno 2019 per decretare la prima Nazionale vincitrice della competizione. La Nazione ospitante della fase finale verrà scelta (tra le quattro finaliste) nel dicembre 2018. Invece, le quattro ultime classificate dei rispettivi gironi retrocederanno nella Lega B
- LEGA B: Austria, Galles, Russia, Slovacchia, Svezia, Ucraina, Repubblica d'Irlanda, Bosnia-Erzegovina, Irlanda del Nord, Danimarca, Repubblica Ceca e Turchia. Le quattro vincitrici dei gironi (sempre da tre squadre) saranno promosse in Lega A e le quattro ultime retrocederanno in Lega C.
- LEGA C: Ungheria, Romania, Scozia, Slovenia, Grecia, Serbia, Albania, Norvegia, Montenegro, Israele, Bulgaria, Finlandia, Cipro, Estonia e Lituania. Le squadre verranno suddivise in un girone da tre e tre da quattro. Anche qui, le quattro vincitrici dei gironi verranno promosse in Lega B e le quattro ultime retrocederanno in Lega D.
- LEGA D: Azerbaigian, Macedonia, Bielorussia, Georgia, Armenia, Lettonia, Far Oer, Lussemburgo, Moldova, Kazakistan, Liechtenstein, Malta, Andorra, Kosovo, San Marino e Gibilterra. Le squadre verranno suddivise in quattro gruppi da quattro, con le quattro vincenti dei gironi che verranno promosse nella Lega C.

Da segnalare che le prime quattro in classifica di ogni lega, non qualificate a Euro 2020, giocheranno gli spareggi (previsti per marzo 2020) per un posto nella fase finale del torneo continentale.
Il prossimo 24 gennaio 2018 sarà effettuato il sorteggio della fase a gironi con la a prima giornata che si disputerà tra il 6 e l'8 settembre. Le date delle altre giornate sono: la seconda tra il 9 e l'11 settembre, la terza tra l'11 e il 13 ottobre, la quarta tra il 14 e il 16 ottobre, la quinta tra il 15 e il 17 novembre, la sesta ed ultima giornata tra il 18 e il 20 novembre. Il sorteggio della fase finale avrà luogo a dicembre 2018, mentre le fase finale è in programma dal 5 al 9 giugno 2019. Il sorteggio degli spareggi si terrà invece il 22 novembre 2019, con le partite che si disputeranno tra il 26 e il 31 marzo 2020.
La Uefa, viste le problematiche di natura politica tra le Nazioni interessate, ha stabilito che Russia e Ucraina non saranno inserite nello stesso girone; stessa cosa per Armenia e Azerbaigian.

---------- Leggi anche:
- Confermata la griglia di partenza della UEFA Nations League (da Uefa.com)
- Uefa, prende forma la Nations League: Italia nella Lega delle big (da Repubblica.it)
- UEFA Nations League: tutto ciò che c'è da sapere (da Uefa.com)

martedì 10 ottobre 2017

[Recensione] La bambola che dorme

La bambola che dorme
di: Jeffery Deaver

Titolo originale: The Sleeping Doll
Fromato: copertina rigida
Pagine: 503 pagine
Editore: Sonzogno (6 giugno 2007)
ISBN-13: 978-8845414046
Data di acquisto: 5 marzo 2017
Letto dal 5 al 10 ottobre 2017

----- Sinossi -----
California, 1999. Daniel Raymond Pell per i media è il "figlio di Manson": affascinante e sinistramente carismatico, al pari del suo predecessore ha incantato, sedotto e plagiato i giovani adepti della sua setta. E con la complicità di uno di essi ha sterminato un'intera famiglia. Nessuno dei due però si è accorto che la notte del massacro, confusa in mezzo alle bambole, una bambina dormiva tranquilla nel suo lettino... Otto anni dopo Pell sta scontando la condanna a vita in un carcere di massima sicurezza per l'efferata carneficina e deve essere processato di nuovo perché vari indizi lo collegano a un altro delitto del passato rimasto irrisolto. Condotto in tribunale, è interrogato dall'agente del California Bureau of Investigation Kathryn Dance, esperta in cinesica. Kathryn è uno dei pochi poliziotti in grado di interpretare il linguaggio non verbale e di capire se testimoni e sospetti dicono la verità. E non sbaglia mai. Questa volta, però, il suo compito è davvero arduo, perché deve confrontarsi con un osso duro, un killer dall'intelligenza quasi sovrumana, un abile manipolatore della volontà altrui. E quando, dopo un sottile gioco di parole, sguardi, gesti, Kathryn scalfisce l'assoluta compostezza di Pell e intuisce un diabolico trucco, è troppo tardi: il "figlio di Manson" è evaso dal tribunale. Comincia la caccia...

----- La mia recensione -----
"Lo squalo che non vedi è sempre più pericoloso di quello che riesci a vedere".
Daniel Pell, carismatico leader di una setta chiamata "La Famiglia" e grande manipolatore della mente umana, riesce ad evadere dalla prigione in cui è stato rinchiuso dopo essersi macchiato di altri reati e delitti. Sulle sue tracce si fiondano Kathryn Dance, esperta di cinesica (lo studio del linguaggio del corpo) e la sua squadra di investigatori, aiutati da alcune donne in passato appartenenti alla "Famiglia" e dalla "bambola che dorme", una teenager sopravvissuta al massacro della sua famiglia compiuto sempre dallo stesso Pell. Ma la caccia non sarà tanto facile perché Pell è sempre un passo avanti alla sua inseguitrice...
Kathryn Dance è un ottimo personaggio ed il team che la affianca non è da meno. Discorso a parte merita Winston Kellogg, l'esperto di sette religiose incaricato di affiancare Kathryn: appare da subito un coprotagonista troppo "perfettino" per essere vero. E infatti...
Romanzo che introduce Kathryn Dance, il nuovo personaggio creato nel 2007 da Jeffery Deaver, già autore del criminologo tetraplegico Lincoln Rhyme (che qui fa anche un brevissimo cameo). Thriller piacevole e pieno di colpi di scena (anche troppi, per la verità, ed alcuni abbastanza prevedibili), ma dal finale troppo frettoloso ed ingarbugliato. Oltretutto non mi è piaciuto il modo in cui si è deciso di far uscire di scena Winston Kellogg. Se devo fare (ma non lo faccio) un confronto tra Dance e Rhyme, l'eroina di questo romanzo ne uscirebbe certamente sconfitta ma, per quanto mi riguarda, proverò comunque a dargli un'altra opportunità leggendo qualche altro libro con lei protagonista.
- Voto: (3 su 5)

----------
Altri libri di Jeffery Deaver che ho letto e recensito:
- 23 agosto 2016: Il silenzio dei rapiti
- 2 agosto 2000: Il collezionista di ossa (letto ma non recensito)

lunedì 9 ottobre 2017

Libri in uscita: Clara Sánchez - La forza imprevedibile delle parole

Dopo il successo internazionale di Lo stupore di una notte di luce, seguito di Il profumo delle foglie di limone, per mesi nelle classifiche anche in Italia, Clara Sánchez torna con un nuovo romanzo che ha per protagonista una donna alla ricerca di una svolta nella propria vita, imbrigliata in una rete di falsità e segreti. Perché non è mai oro quello che luccica intorno a noi. E bisogna sempre avere il coraggio di scavare a fondo per trovare la verità...
Quando accetta l'invito per un aperitivo a casa di un'amica, Natalia cerca solo un'evasione alla monotonia della sua vita, con le figlie ormai grandi e il marito sempre al lavoro. Ma quello che doveva essere un tranquillo pomeriggio a chiacchierare diventa qualcosa di più. Perché lì Natalia incontra l'affascinante Costantino. L'uomo la conquista con i suoi discorsi, eppure dal giorno dopo comincia a mandarle strani biglietti. Biglietti che fanno temere a Natalia di non potersi fidare di lui. Fino al giorno in cui non le propone un incontro al quale però non si presenta. Al suo posto c'è un amico, il quale le racconta che Costantino è fuori città. Natalia allora capisce che le stanno nascondendo qualcosa. Ma non può immaginare che sia qualcosa intriso di inganni e bugie. E si scopre pedina di una partita che può vincere solo ricercando dentro di sé tutta la forza di cui è capace.

Clara Sánchez - La forza imprevedibile delle parole
Formato: copertina rigida
Pagine: 280 pagine
Editore: Garzanti Libri (6 novembre 2017)
ISBN-13: 978-8811675396
Prezzo di copertina: 17,60 euro (formato cartaceo; prenotato oggi) e 9,99 euro (formato ebook).

domenica 8 ottobre 2017

National Geographic Italia: i numeri di marzo e aprile 2002

----- Marzo 2002 -----
- Diamanti, belli da morire. La verità dietro le gemme forse più ambite al mondo. Viaggio nell'universo dei diamanti, sulle tracce di una pietra straordinaria, finita al centro di un intrigo internazionale. Dove, assieme alla bellezza senza tempo, si scopre un labirinto in cui s'intrecciano miliardi, sangue e guerre.
- Artide in solitaria. Un norvegese, veterano dei ghiacci, attraversa l'Artide dalla Russia al Canada, da solo. Un'impresa da record, compiuta a piedi, sugli sci e a nuoto, sfruttando gli istinti degli animali e attrezzature frutto della tecnologia più moderna.
- Prima che sia troppo tardi. Nelle praterie del Texas, vivono gli ultimi esemplari di una specie:il tetraone maggiore di Attwater, ridotto a meno di 50 individui. Racconto di un salvataggio in extremis.
- Blu Danubio. Dai castelli della Germania fino al Mar Nero, il fiume celebrato dal valzer di Strauss si snoda attraverso una regione tormentata che stenta tuttora ad assorbire l'impatto della guerra.
- Il delta incantato. I 361 mila ettari del delta del Danubio sono un paradiso per uccelli migratori e pescatori. Grazie alle misure prese per la tutela e la protezione, oggi questa zona può essere considerata fra i pochi angoli d'Europa ancora incontaminati.
- Balla con gli orsi. Ben Kilham è un "mammo" davvero speciale: alleva e rieduca i cuccioli orfani di orso nero. E lo fa come lo farebbe mamma orsa: istruendoli, attraverso il gioco e la scoperta delle foreste, a sopravvivere in natura.
- Il relitto dei tesori. Dal Mar Egeo riaffiorano i resti di un naufragio avvenuto oltre 2.400 anni fa. E il carico di quel mercantile andato a fondo vicino alle attuali coste della Turchia fa luce sulla quotidianità e gli splendori della Grecia classica.
- Codice Postale: Murfreesboro, AR. Viaggio nella città dei diamanti, dove chiunque può tentare la fortuna per soli cinque dollari, armato di pala, secchio, setaccio e buona volontà.

----- Aprile 2002 -----
- Tibetani. Sospesi fra passato e futuro, dopo 50 anni di occupazione cinese, i tibetani si adattano ai nuovi tempi, cercando di preservare le tradizioni. L'apertura economica varata da Pechino ha creato una classe inedita di imprenditori, che impiega parte della propria ricchezza per restaurare monumenti religiosi e finanziare monasteri. E intanto coltiva il sogno di un ritorno del Dalai Lama.
- I leoni dello Tsavo. Viaggio nel Parco nazionale Tsavo Est, in Kenya, alla ricerca dei leggendari leoni senza criniera. Celebri in passato come "mangiatori di uomini", sono considerati i più pericolosi rispetto agli altri leoni africani. Philip Caputo segue il lavoro sul campo di un'équipe di ricercatori per svelare questi e altri miti su una popolazione di felini fra le meno conosciute dalla scienza.
- Yucatàn, le città dei misteri. Sulle orme dell'esploratore ottocentesco John Lloyd Stephens, i nostri inviati ripercorrono la strada che collegava i grandi centri maya nella regione messicana del Puuc. Per capire a che punto sono le ricerche archeologiche su uno dei periodi più affascinanti ed enigmatici dell'architettura maya.
- La scoperta dell'arte maya. Per un caso davvero fortunato, l'archeologo William Saturno si è imbattuto in una pittura murale maya d'importanza senza pari: la più antica finora conosciuta. E così ha rivoluzionato la cronologia dell'arte precolombiana.
- Il bue delle nevi. Perseguitato dalla caccia, il bue muschiato torna a popolare le distese dell'Artide. E sfoggia la stessa pelliccia che lo ha aiutato a sopravvivere alle glaciazioni del Pleistocene.
- Punti caldi: i monti Hengduan. Nel Sud della Cina, alla scoperta di un bosco ritenuto sacro, dove si concentra una ricchezza di specie unica al mondo. Protetti per secoli dai buddhisti, oggi i monti Hengduan sono tutelati dalla legge, e aperti al turismo.
- Ronda di notte. Ogni estate, milioni di pipistrelli invadono i cieli del Texas, divorando tonnellate di insetti dannosi per l'agricoltura. Un nuovo studio scientifico spiega perché vale la pena proteggerli.
- Portfolio: Dean Conger. Dean Conger ha percorso il mondo per trent'anni come inviato di National Geographic. I suoi impegni lo hanno condotto ovunque, dalla Russia alle Filippine, ai territori selvaggi dell'Ovest americano. "Non avevo una specializzazione particolare - dice Conger -. Il mio compito era di documentare la realtà. Soprattutto, ovunque io fossi, cercavo di cogliere quello che Cartier-Bresson definiva il momento decisivo. E nei miei anni di lavoro per Geographic non ho mai smesso di imparare".

La classifica dei libri più venduti (di domenica 8 ottobre 2017)

Questi i libri più venduti (fonte: "La Lettura", supplemento del Corriere della Sera di domenica 8 ottobre):

1. (=) Ken Follett: La colonna di fuoco (Mondadori)
2. (=) Antonio Manzini: Pulvis et umbra (Sellerio)
3. (=) Francesco Guccini e Loriano Macchiavelli: Tempo da elfi. Romanzo di boschi, lupi e altri misteri (Giunti Editore)
4. (6) Donatella Di Pietrantonio: L'Arminauta (Einaudi)
5. (=) Paolo Cognetti: Le otto montagne (Einaudi)
6. (8) Francesca Cavallo ed Elena Favilli: Storie della buonanotte per bambine ribelli. 100 vite di donne straordinarie (Mondadori)
7. (n) Massimo Carlotto: Blues per cuori fuorilegge e vecchie puttane (Edizioni e/o)
8. (7) David Lagercrantz: L'uomo che inseguiva la sua ombra (Marsilio)
9. (4) Cassandra Clare: Signore delle Ombre (Mondadori)
10. (n) Roberto Emanuelli: E allora baciami (Rizzoli)

[settimana precedente]