domenica 27 luglio 2014

I 55 giorni che hanno cambiato l'Italia

I 55 giorni che hanno cambiato l'Italia
di: Ferdinando Imposimato

Formato: Kindle
Dimensioni file: 7525 KB
Pagine: 237
Editore: Newton Compton Editori (30 aprile 2013)
ASIN: B00CM5N0QM
Acquistato il: 27 giugno 2014

Sinossi: Trentacinque anni non sono bastati per far luce sul caso Moro. Inchieste giudiziarie e parlamentari, saggi, articoli e film non sono serviti a illuminare tutte le zone dìombra del delitto che (forse più di ogni altro nella nostra storia repubblicana) ha colpito la coscienza del Paese e incrinato il rapporto tra società civile e mondo politico. Ecco perché vale ancora la pena di analizzare la dinamica dei 55 giorni di prigionia di Aldo Moro, nel tentativo finalmente di dare delle risposte diverse dalla versione ufficiale dei fatti. Grazie a nuove testimonianze esclusive e documenti inediti, Ferdinando Imposimato, giudice istruttore del caso Moro, su cui non ha mai smesso di indagare, ricostruisce l'agghiacciante scenario del sequestro, con rivelazioni bomba che lasceranno i lettori senza fiato. Perché la verità, finalmente, abbia nomi e cognomi.

La mia recensione: L'ottimo libro di Imposimato ripercorre il periodo più buio della storia italiana: quello che va dal rapimento all'esecuzione di Aldo Moro, un uomo per bene ed un grande statista, all'inizio lasciato solo e poi completamente abbandonato al suo destino in nome di interessi superiori. Le vicende e le tesi di quei tragici giorni vengono riproposte con l'apporto di documenti e testimonianze... secondo me non sempre attendibili. Libro davvero interessante che, a mio modesto parere, andrebbe letto anche nelle scuole.
Voto: 5 su 5

mercoledì 9 luglio 2014

La donna dei fiori di carta

La donna dei fiori di carta
di: Donato Carrisi

Formato: copertina flessibile
Pagine: 169
Editore: Tea (12 settembre 2013)
ISBN-13: 978-8850232956
Acquistato il: 19 giugno 2014

Sinossi: Il monte Fumo è una cattedrale di ghiaccio, teatro di una battaglia decisiva. Ma l'eco dei combattimenti non varca l'entrata della caverna in cui avviene un confronto fra due uomini. Uno è un prigioniero che all'alba sarà fucilato, a meno che non riveli nome e grado. L'altro è un medico che ha solo una notte per convincerlo a parlare, ma che ancora non sa che ciò che sta per sentire è molto più di quanto ha chiesto e cambierà per sempre anche la sua esistenza. Perché le vite di questi due uomini che dovrebbero essere nemici, in realtà, sono legate. Sono appese a un filo sottile come il fumo che si leva dalle loro sigarette e dipendono dalle risposte a tre domande. Chi è il prigioniero? Chi è Guzman? Chi era l'uomo che fumava sul Titanic? Questa è la storia della verità nascosta nell'abisso di una leggenda. Questa è la storia di un eroe insolito e della sua ossessione. Questa storia ha attraversato il tempo e ingannato la morte, perché è destinata al cuore di una donna misteriosa.

La mia recensione: Non sono un appassionato di scrittori italiani quindi, come prima cosa, faccio mea culpa perché non avevo mai letto niente di Donato Carrisi. Questo è il suo primo libro che acquisto... e devo dire che mi ha subito conquistato e sono già corso ai ripari comprando anche le altre sue opere! La trama, che (sperando di non rovinare la lettura a qualcuno) all'inizio appare abbastanza contorta e un po' oscura, non è altro che una sorta di fiaba corale (tra un medico austriaco, un misterioso prigioniero italiano, Guzman, Davì, Madame Lì, Dardamel ed altri) in cui si parla dell'Amore con con la A maiuscola e si entra nella Storia con S maiuscola (affondamento del Titanic e Prima guerra mondiale).
Voto: 5 su 5