lunedì 30 novembre 2015

La verità della suora storta

La verità della suora storta
di: Andrea Vitali

Formato: Kindle
Dimensioni file: 604 KB
Pagine: 223
Editore: Garzanti (22 ottobre 2015)
ASIN: B01173HL8C
Data di acquisto: 27 novembre 2015
Letto dal 27 al 30 novembre 2015

Sinossi: Sisto Santo ha la manualità e la fantasia giuste del meccanico di rango. Da ragazzo ha riparato perfino una Peugeot 403 senza fare una piega, lasciando a bocca aperta il Scatòn, il suo capo officina, che i diesel manco li conosceva. Però adesso fa il tassista. Si è comprato un Millenove e aspetta i clienti alla stazione ferroviaria di Bellano. Pochi. Arrivano da Sondrio o da Lecco e Milano, e vanno in visita all'ospedale o su al cimitero. Oggi gli è capitato un fattaccio. Una donna arrivata dopopranzo, poco prima che dalla radiolina che tiene in macchina partisse la sigla di Tutto il calcio minuto per minuto. Non che fosse importante: ultima giornata; campionato 1970 già bell'e andato al Cagliari, però... Gli ha chiesto di essere portata al cimitero, che non sa nemmeno dov'è. Ma poi, arrivati là, il Sisto si è accorto che la donna era morta. Proprio lì, sul sedile posteriore del Millenove, macchiandolo pure di urina. Un guaio mica da ridere. Da tirare in ballo il maresciallo Riversi. Anche perché la donna è senza borsetta e non si riesce a capire chi sia, né chi stesse cercando al cimitero di Bellano in quel pomeriggio di fine aprile...

La mia recensione: Questo libro ha una sola grande pecca (ossia, che già da subito si capisce come andrà a finire la sua storia), ma è così divertente, ironico e talmente ben scritto che, comunque, ti prende e ti accompagna sino all'ultima pagina. A Bellano, a bordo del taxi di Sisto, l'involontario protagonista del libro, sale una signora anziana che chiede di essere accompagnata al cimitero. Il problema nasce appena arrivati a destinazione... Sisto si accorge che la signora è morta per davvero! E da qui parte tutta la matassa della trama: l'anziana non ha nessun documento e, allo stesso tassista, non ha neanche voluto dire il nome del defunto presso cui si stava recando. Il maresciallo ed il parroco (anzi, il prevosto) del paese avranno una gran bella gatta da pelare nel tentativo di risolvere il mistero... avendo a disposizione solo una vecchia fotografia (recuperata per caso in un secondo momento, appena sarà chiarita l'identità dell'anziana) in cui compare la neo defunta da giovane, in compagnia di un ricco avvocato del posto e di un'altra giovanissima fanciulla che verrà identificata come un'anziana suora affetta da una rara malattia alla spina dorsale. Andrea Vitali, tornando a noi, è stato davvero bravo a farci respirare l'aria padana dei bei tempi andati (siamo nei primi anni '70 e del Lanerossi Vicenza in Serie A) e ad allestire tutta una serie di personaggi molto ben caratterizzati e ad adottare alcuni termini dialettali del lecchese ma, in ogni caso, facendo capire il senso del discorso anche a chi, come il sottoscritto, risiede da tutt'altra parte dell'italico Stivale. Penso proprio che Andrea Vitali si è appena conquistato un nuovo affezionato lettore...
Voto: 5 su 5

venerdì 27 novembre 2015

Child 44 - Il Bambino numero 44

Child 44 - Il Bambino numero 44
di: Tom Rob Smith

Formato: Kindle
Dimensioni file: 1251 KB
Pagine: 444
Editore: Sperling & Kupfer (4 agosto 2011)
ASIN: B005UKFTL0
Data di acquisto: 22 novembre 2015
Letto dal 23 al 27 novembre 2015

Sinossi: Questo è il thriller più spaventoso e freddo che vi sia mai capitato di leggere. Una straordinaria opera prima. Lasciatevi sprofondare nella gelida Russia del 1953, in pieno regime totalitario, un paese perfetto dove il crimine non esiste. Il primo a non mettere in dubbio tutto questo à Leo Dimidov, ufficiale di polizia, eroe di guerra che ha sempre eseguito gli ordini del Partito... ma stavolta non gli riesce proprio: deve indagare sulla morte di un ragazzino che a lui non sembra per nulla un incidente. Ma non è facile cercare la verità da soli contro tutti e contro il tempo. Trasformato da predatore in preda, Leo comincia a scoprire realtà spaventose e viene messo di fronte a scelte impossibili (arrestare la moglie, o rinunciare alla propria vita...). Non si era mai letto un romanzo così teso, agghiacciante, perfetto. Ispirato ad una storia vera, un caso editoriale che ha messo in fibrillazione il mondo intero. Una rara commistione di scavo psicologico, eccellente scrittura e brivido allo stato puro. La trasposizione cinematografica è il film evento del 2015 con Tom Hardy, Noomi Rapace, Gary Oldman e Vincent Cassel.

La mia recensione: Child 44, prima fatica letteraria di Tom Rob Smith, è un thriller davvero ben realizzato e pieno zeppo di avvenimenti storici veramente accaduti (siamo nell'Unione Sovietica a cavallo tra Stalin e Krusciov) che descrive una società in costante paura... dell'autorità superiore, degli amici, dei colleghi di lavoro e, addirittura, dei membri della propria famiglia. La trama è parecchio complessa ma cerco di sintetizzarvela così: l'ufficiale di polizia Leo Dimidov viene degradato per essersi rifiutato di denunciare la moglie (perché sospettata di essere una traditrice della patria e una spia dell'Occidente), proprio mentre aveva intuito che un pericoloso serial killer di bambini si aggirava per Mosca ed altri villaggi limitrofi. Ma, essendo Leo anche un eroe di guerra, i suoi stessi superiori invece di rinchiuderlo in un Gulag lo spediscono a lavorare, da soldato semplice, in uno sperduto villaggio lontano da Mosca. Ma Leo e la moglie riescono a fuggire e, questa volta insieme, partono alla ricerca del serial killer... con tutta l'Unione Sovietica che, contemporaneamente, è sulle loro tracce! Alla fine i due protagonisti del libro, dopo un incredibile serie di eventi e situazioni abbastanza complesse, troveranno il colpevole dei 44 bambini uccisi (la sua identità avrà un clamoroso retroscena) e verranno riabilitati con tutti gli onori. Come vedete, al povero lettore non viene concesso un solo secondo per potersi rilassare con la trama che incamera sequenze e colpi di scena a ripetizione. Ma il fatto che più colpisce è la metamorfosi del protagonista: Leo, infatti, da rigido ed inflessibile poliziotto (è lui stesso, ad un certo punto del libro, che confessa alla moglie di aver perso il conto di quanti oppositori del regime ha torturato e ucciso in carcere), diventa a sua volta un pericoloso oppositore.
Voto: 5 su 5

lunedì 23 novembre 2015

L’invasione delle tenebre

L'invasione delle tenebre - Dannati, vol. 3
di: Glenn Cooper

Formato: Kindle
Dimensioni file: 996 KB
Pagine: 395
Editore: Casa Editrice Nord (16 novembre 2015)
ASIN: B011A1FB7Y
Data di acquisto: 16 novembre 2015
Letto dal 19 al 23 novembre 2015

Sinossi: Londra è una città fantasma. I pochi che non hanno voluto, o non hanno potuto, dare seguito all'ordine d'evacuazione del governo sono barricati in casa, nella vana speranza che tutto quello che stanno vivendo sia un incubo da cui presto si sveglieranno. Ma è tutto reale. Perché sono reali le vetrine infrante, i negozi saccheggiati, i cadaveri lasciati per strada. E, soprattutto, sono reali le bande di uomini violenti e spietati che, dopo essere comparsi all'improvviso dal nulla, stanno mettendo a ferro e fuoco la città e alcuni suoi sobborghi. E che continuano ad arrivare senza sosta, come l'onda di piena di un fiume immenso. Un fiume che ha la sua sorgente all'Inferno, come sanno bene John Camp ed Emily Loughty. Dal loro ultimo viaggio nel mondo dei Dannati, infatti, i varchi interdimensionali non soltanto si sono moltiplicati, ma sono anche rimasti aperti, portando letteralmente l'Inferno in Terra e catapultando centinaia d'innocenti dall'altra parte. E c'è solo una persona che sa come chiudere per sempre le Porte delle Tenebre: Paul Loomis, l'ex capo di Emily. Purtroppo Paul Loomis è morto, si è suicidato sette anni fa, dopo aver ucciso la moglie e l'amante di lei con due colpi di fucile. Ma Emily e John sanno dove trovarlo e come mettersi in contatto con lui. Perché lo hanno già incontrato all'Inferno...

La mia recensione: Se avete letto le mie precedenti recensioni, i primi due volumi della trilogia di Dannati non mi sono piaciuti per niente (non a caso ho dato due stelle al primo volume e soltanto una al secondo). Ma, e lo dico con grande soddisfazione, questo terzo capitolo riscatta le precedenti delusioni perché è davvero bello e avvincente. Il libro, che si apre nel punto esatto in cui finisce La porta delle tenebre - Dannati vol. 2, è pieno di azione e pathos dall'inizio alla fine (proprio come piace a me!) e vede portare a termine le operazioni di recupero dei viventi che, per un colossale errore di calcolo durante un esperimento di fisica delle particelle, sono finiti dritti dritti all'Inferno. Nei primi due volumi avevo più volte puntato il dito contro la presenza di troppi personaggi storici presenti all'Inferno in modo abbastanza confuso (Garibaldi, Enrico VIII, Stalin, ecc.); invece, in questo terzo ed ultimo capitolo, troviamo sì gli stessi personaggi ma la loro presenza non è tanto ingombrante da far perdere il filo del discorso narrativo. Avrei voluto dare il massimo dei voti (ossia 5 stelle)... ma ne tolgo una perché non ho apprezzato la parte finale, che a mio avviso si poteva evitare o, perlomeno, svilupparla meglio: ad essere sinceri, non ho proprio capito perché Glenn Cooper abbia voluto far morire (e, di conseguenza, farli ritrovare all'Inferno) i due innamorati protagonisti dell'intera trilogia. Sempre se non si tratti di una mossa (astuta, a questo punto) per prepararci ad un quarto volume?
Voto: 4 su 5

giovedì 19 novembre 2015

La verità del ghiaccio

La verità del ghiaccio
di: Dan Brown

Formato: Kindle
Dimensioni file: 1165 KB
Pagine: 537
Editore: Mondadori (7 ottobre 2010)
ASIN: B005SZ7RTY
Data di acquisto: 6 ottobre 2013
Letto dal 15 al 19 novembre 2015

Sinossi: Potrebbe essere una scoperta che rivoluziona la storia dell'umanità: la Nasa ha localizzato, sepolto sotto i ghiacci del Polo, un meteorite contenente fossili di insetti: la prova definitiva dell'esistenza di vita extraterrestre. Ma il team di esperti inviato in segreto sul luogo, tra cui il professor Michael Tolland e la giovane Rachel Sexton, si rende conto che si tratta di una truffa colossale. La questione è estremamente delicata, perché da essa dipendono le sorti della politica aerospaziale americana e perché sono molti coloro che hanno interesse a gettare nel discredito la Nasa, a partire dal candidato alle prossime presidenziali. Michael e Rachel sono intenzionati a condurre fino in fondo le indagini. Ma c'è qualcuno disposto a tutto per impedire che sul mistero sia fatta luce...

La mia recensione: La verità del ghiaccio è un gran bel libro ma soffre molto la presenza delle altre e più famose opere di Dan Brown (Il Codice da Vinci e Il simbolo perduto su tutte). Ti tiene incollato già dalla prima pagina e, anche in presenza di parecchi personaggi secondari o termini scientifici parecchio difficili, riesce comunque a non far perdere il filo del discorso. Siamo negli Stati Uniti, in piena campagna elettorale per le Presidenziali, e tutto ruota attorno al presidente uscente ed al suo diretto sfidante. Mentre il primo si appresta a portare a termine il suo primo mandato all'insegna della trasparenza e dell'onestà più assoluta (che detta così sembra una baggianata), il secondo punta il dito contro i ripetuti insuccessi della Nasa ed i tanti suoi finanziamenti comunque elargiti dal presidente uscente. Guarda caso, proprio in quei giorni, la stessa Nasa scopre, tra i ghiacci dell'Artide, un meteorite contenente tracce di fossili alieni. Tuttavia, alcuni scienziati e studiosi chiamati direttamente dal presidente per analizzare il meteorite e confermarne, quindi, la più grande scoperta dell'umanità, ossia che c'è vita nello spazio, scoprono (dati alla mano) che si tratta... della più incredibile delle menzogne! Chi ha architettato questa clamorosa truffa? E, soprattutto, chi c'è dietro la scia di sangue che sta decimando gli scienziati che hanno scoperto l'imbroglio ed alcune autorevoli personalità dello staff presidenziale? Come potete vedere, il libro non lascia tregua ed è tutto un crescendo di adrenalina e forti emozioni... anche se, in alcune parti (specialmente quando viene analizzato il meteorite), ci vorrebbe davvero una laurea in chimica o, almeno, delle nozioni di mineralogia.
Voto: 4 su 5

domenica 15 novembre 2015

La legge del deserto

La legge del deserto
di: Wilbur Smith

Formato: Kindle
Dimensioni file: 1090 KB
Pagine: 464
Editore: Longanesi (2 marzo 2011)
ASIN: B0064BUXJC
Data di acquisto: 27 ottobre 2015
Letto dal 12 al 15 novembre 2015

Sinossi: Hazel Bannock, bellissima e raffinata vedova di un miliardario americano, tiene ben salde le redini dell'impero che il marito le ha lasciato. Per garantire la sicurezza del suo impianto petrolifero più importante, oggetto di frequenti attacchi terroristici, si avvale di un plotone di mercenari guidati da Hector Cross, ex SAS noto per i suoi metodi sbrigativi, talvolta estremi. Benché nasca una forte attrazione sin dal loro primo incontro, tra i due non corre buon sangue: Hazel non ama l'aggressività di Hector e il suo carattere brusco e rude. Un evento tragico, tuttavia, sta per unirli: l'unica figlia di Hazel, la ventenne Cayla, viene rapita da un gruppo di terroristi islamici, insediati in una delle zone più selvagge e aride dell'Africa, una terra in cui il deserto corre a filo del mare e in cui anche gli esseri umani più tenaci sono messi a dura prova. Nonostante tutte le sue resistenze Hazel sa che solo Hector Cross può tentare l'impresa impossibile di strappare Cayla dalle mani dei terroristi. Ma un destino più insidioso del vento che soffia tra le dune la costringerà a esporsi in prima persona, e a fare ricorso a tutto il suo coraggio e alla sua forza...

La mia recensione: Un concentrato di adrenalina pura... ma, purtroppo, anche di allarmanti assurdità; una su tutte: alla coprotagonista gli rapiscono la figlia, e lei che fa? si innamora subito del suo addetto alla sicurezza. Ma facciamo un passo indietro e partiamo dalla trama: l'ex militare Hector Cross è il capo della sicurezza di una importante lobby petrolifera di proprietà di Hazel Bannock, la donna più importante del pianeta, nonché fresca vedova dell'uomo più ricco del pianeta. Cross e Bannock non riescono proprio a sopportarsi ma sono costretti a lavorare a stretto contatto (e, come ho detto poco fa, scatta anche la scintilla dell'amore), quando viene rapita Cayla, la figlia ventenne della Bannock, per mano di uno sceicco jihadista . E' lo stesso Hector Cross che si incarica, con successo, della liberazione della ragazza. Intanto l'emiro, che nel corso dell'incursione di Cross e dei suoi uomini, ha perso i più importanti componenti della sua famiglia, giura vendetta. E questa si compie nel modo più atroce: fa uccidere, decapitandole, la figlia (sempre lei) e la madre della Bannock. Quindi, senza portarla tanto per le lunghe, vendetta chiama vendetta: Cross e la Bannock, appena sposati, elaborano un complicato, e per certi versi assurdo, piano per stanare l'emiro; in pratica, prendono una delle navi petroliere di proprietà della Bannock e la convertono in fretta e furia in una sorta di nave da guerra! Inutile dire che otterranno il loro scopo e, come nelle migliori favole, vissero felici e contenti! Come vedete, in questo libro ci sono tutti gli ingredienti tipici dei libri di Wilbur Smith: amore, avventura, tradimenti, Africa e morte. Ma, lo ribadisco ancora una volta, ho incontrato un po' troppe incongruenze e scene assurde. Un'ultima considerazione: perché chiamare un libro La legge del deserto se di deserto vero e proprio qui non c'è quasi traccia?
Voto: 3 su 5

sabato 14 novembre 2015

I segreti del Vaticano

I segreti del Vaticano. Storie, luoghi, personaggi di un potere millenario
di: Corrado Augias

Formato: copertina rigida
Pagine: 385
Editore: Mondadori (agosto 2010)
ISBN-13: 9788804603245
Data di acquisto: settembre 2010

Sinossi: Il termine Vaticano evoca immediatamente l'immagine dell'immensa piazza antistante la basilica di San Pietro e il monumentale colonnato che l'abbraccia. Tra i fedeli cattolici evoca anche la finestra da cui il papa benedice la folla festante. Ma il Vaticano è molto di più. Stato di diritto tra i più piccoli al mondo, minuscola città dentro la vasta città di Roma, di cui ha condiviso le vicissitudini e di cui costituisce l'altra faccia, ha una lunghissima storia, ricca di chiaroscuri e di personaggi più o meno limpidi. E insieme a incredibili tesori artistici, custodisce nei suoi palazzi molti segreti legati a vicende antiche, recenti e contemporanee. Si inizia con Nerone e i primi cristiani sullo sfondo della Roma imperiale per passare poi a Costantino: la sua famosa e apocrifa donazione al papa ha per secoli rappresentato l'atto di nascita del potere temporale della Chiesa. La galleria dei personaggi è ricchissima. Oltre a templari, gesuiti, inquisitori e membri della potente Opus Dei, ci sono, naturalmente, i papi. E con loro gli artisti, ingaggiati per testimoniare, più che la gloria del Creatore, quella del committente. Un tratto sembra legare, agli occhi dell'autore, tutte queste vicende, le più antiche e le più recenti: la commistione fra cielo e terra, fra spiritualità e potere temporale, e il prezzo altissimo che la Chiesa cattolica, unica religione fattasi Stato, ha pagato e paga nel tentativo di conciliare due realtà difficilmente compatibili.

La mia recensione: Gran bel libro che, nonostante il tema trattato, si legge con estrema facilità quasi come fosse una sorta di romanzo. Con il termine Vaticano siamo soliti indicare la basilica di San Pietro e, al massimo, le mura e gli edifici che la circondano. Eppure, dietro quel termine, si cela tutto un altro mondo... a volte fatto anche (o soprattutto?) di ombre ed interessi superiori! Ecco allora che Corrado Augias ci prende per mano e ci guida in un ipotetico viaggio all'interno dei suoi misteri e segreti: si parte dagli albori della Chiesa, si passa per i templari, i gesuiti, l'Opus Dei e altri ordini, si affronta il periodo dell'inquisizione e si arriva al periodo contemporaneo... con gli eventi, mai chiariti, della sparizione di Emanuela Orlandi e dell'omicidio del colonnello Alois Estermann. Ampio spazio viene dato anche agli artisti che durante la loro vita hanno avuto a che fare con la Santa Sede (Bernini, Borromini e Michelangelo) e, ovviamente, alle figure dei papi più importanti (su tutte quelle di Celestino V, Bonifacio VIII, Pio XII e Giovanni Paolo I e II). Non mancano gli scandali dello Ior e, tanto per dare un tocco di colore, anche le curiosità legate alla papessa Giovanna, a Olimpia Pamphili e alla regina luterana Cristina. Insomma, il prezzo da pagare per essere il tramite tra Dio è l'uomo è davvero troppo alto per qualunque Papa.
Voto: 5 su 5

giovedì 12 novembre 2015

Non ho paura del buio

Non ho paura del buio
di: Robert Dugoni

Formato: Kindle
Dimensioni file: 4076 KB
Pagine: 448
Editore: AmazonCrossing (3 novembre 2015)
ASIN: B00ZO6KGMM
Data di acquisto: 9 novembre 2015
Letto dal 9 al 12 novembre 2015

Sinossi: Da vent'anni Tracy Crosswhite cerca di scoprire chi abbia veramente rapito e ucciso Sarah, l'adorata sorella minore. Non è mai stata convinta che il colpevole fosse Edmund House, lo stupratore finito in carcere per l'omicidio. Tracy, diventata detective della Squadra Omicidi di Seattle, dedica la propria vita a dare la caccia agli assassini e quando i resti di Sarah vengono scoperti nei pressi della cittadina in cui sono cresciute, sui monti Cascade nello Stato di Washington, capisce che quella è l'ultima occasione per trovare risposta alle sue angoscianti domande. E nella vertiginosa ricerca del vero colpevole, farà riemergere oscuri e minacciosi segreti sepolti da tempo che cambieranno per sempre la sua relazione con il passato, con la sua famiglia e con la sua stessa vita. Ma al termine di una ininterrotta sequenza di colpi di scena, davanti a lei si spalancherà la porta su un destino di morte. O di amore...

La mia recensione: Ho scoperto questo libro quasi per caso su Twitter e, dopo aver letto la sua trama su Amazon, non ho esitato un attimo a comprarlo ed a iniziare a leggerlo... E devo dire che, sorprendentemente, mi ha conquistato subito; già dalla prima pagina! Scritto bene e dal ritmo talmente serrato ed incalzante che è stato impossibile staccarsi dalla sua lettura (me lo sono divorato in tre giorni). La trama può benissimo essere sintetizzata così: Tracy Crosswhite, dopo vent'anni dalla scomparsa di sua sorella Sarah (ma con Edmund House, un pericoloso stupratore, ritenuto colpevole e, perciò, imprigionato) non ha ancora accettato la ricostruzione dei fatti da sempre raccontati dalle autorità locali. E' lei stessa, perciò, che divenuta detective, si mette ad indagare su quei giorni ed a passare in rassegna gli incartamenti del processo e le prove raccolte all'epoca. Alla fine, però, emergerà un'altra verità... la più triste. Per lei, per la sua famiglia e per l'intera comunità di Cedar Groove. Come potete ben capire, in tutto il libro, dalla prima all'ultima pagina, aleggia quella sensazione di cose dette e non dette, verità presunte e verità taciute... ed è proprio ciò che mi ha favorevolmente impressionato: all'inizio tutte le piste portano ad un solo logico colpevole (Edmund House), poi verso la metà del libro mi ero quasi convinto che si trattasse o dello sceriffo o, addirittura, del padre di Sarah e Tracy. Invece, alla fine si arriva all'incredibile colpo di scena che, come nel gioco dell'oca, ti riporta al punto di partenza! Che altro dire? Niente, leggetevi il libro senza esitazioni.
Voto: 5 su 5

Le parti che ho sottolineato:
- Sa essere così crudele, la speranza. Ma [...] era stata l'unica cosa cui aggrapparsi, l'unica in grado di tenere a bada l'oscurità acquattata ai margini, pronta a cogliere ogni opportunità per calarle addosso.
- Ci sono dolori che non scompaiono mai del tutto. Li si sopprime soltanto sotto una facciata di normalità.
- Il mondo non si ferma solo perchè noi vogliamo piangerci addosso.
- La morte e le tasse, diceva mio padre. Sono le uniche cose su cui si può sempre contare. La morte e le tasse.

lunedì 9 novembre 2015

Il medico di Saragozza

Il medico di Saragozza
di: Noah Gordon

Formato: copertina flessibile
Pagine: 394
Editore: SuperPocket (2002)
ISBN-13: 9788846202079
Data di acquisto: febbraio 2003
Letto dal 4 al 9 novembre 2015

Sinossi: Nella Spagna del XV secolo, dominata dall'Inquisizione, un giovane ebreo assiste a due crimini terribili, l'assassinio del padre e del fratello. Da un anziano medico chirurgo apprende i segreti della sua arte e scopre in sé una forte vocazione. Quando incontrerà gli odiati assassini deciderà di non vendicarsi, perché non può dare la morte chi vive ormai solamente per combatterla. Ora il suo compito è alleviare le sofferenze degli altri. Uno straordinario viaggio iniziatico, un nuovo appassionante romanzo di uno scrittore dotato di un raro talento: la felicità di narrare.

La mia recensione: Libro davvero spettacolare e, lo dico senza esagerare, uno dei più belli ad aver mai letto! Ambientato in un paesaggio splendidamente descritto ed in un periodo storico molto buio per la comunità ebraica in Spagna narra, detto in parole povere, le peripezie dell'ultimo ebreo in territorio iberico al tempo della cacciata degli ebrei per mano dei regnanti cattolici (fatto realmente avvenuto il 31 marzo 1492) che, giurando vendetta prima su chi ha ucciso suo fratello e suo padre e successivamente su chi ha disperso il resto della sua famiglia ebrea, viene portato, a distanza di vent'anni, a... far del bene! Nel corso del libro, quindi, assistiamo alla trasformazione del giovanissimo Jonah Toledano (il protagonista della storia), da vendicativo e strumento di morte a... strumento di vita. Infatti, Jonah, messosi in salvo dalla persecuzione dell'Inquisizione, nel suo peregrinare in giro per la Spagna, per vivere è costretto ad apprendere i più svariati mestieri e, alla fine, divenuto medico si trova a curare, per ironia della sorte, tutti coloro che hanno distrutto la sua famiglia. Come ho detto all'inizio, libro molto interessante che, non avendo punti morti o tediosi, ti cattura già dalla prima pagina e ti sprona ad andare avanti nella lettura.
Voto: 5 su 5

mercoledì 4 novembre 2015

La Shoah in Italia

La Shoah in Italia - La persecuzione degli ebrei sotto il fascismo
di: Michele Sarfatti

Formato: Kindle
Dimensioni file: 591 KB
Pagine: 165
Editore: Einaudi (10 giugno 2014)
ISBN-13: 9788806174545
Data di acquisto: 27 gennaio 2015
Letto dall'1 al 4 novembre 2015

Sinossi: Partendo dal significato del termine Shoah, Michele Sarfatti ricostruisce quel tragico periodo che vide annientare le vite di milioni di ebrei, ripercorre le tappe ferali della persecuzione in Europa e nel nostro Paese, e mostra come il fascismo divenne corresponsabile della Shoah in Italia. Un volume destinato innanzitutto al mondo della scuola e a coloro che desiderano un'illustrazione sintetica, ma pur sempre seria e scientificamente adeguata, di uno dei momenti più bui della nostra storia. Con la bibliografia essenziale, due cartine e i testi dei documenti principali.

La mia recensione: Ottimo libro destinato prevalentemente alle scuole... ma che andrebbe letto un po' ovunque e, soprattutto, da tutti. Si parte dal significato del termine Shoah (e del suo uso e abuso), si affronta la differenza con altri genocidi della storia e si finisce con i vari passaggi storici che hanno portato alla Shoah in Germania, in Europa e, nel caso specifico descritto dal libro, in Italia. Ampio (ed esauriente) spazio viene dedicato al dossier d'archivio: lettere dei clandestini (coloro che sono riusciti a nascondersi per scampare all'arresto ed alle deportazioni), cartine, documenti vari e decreti legge del periodo in esame.
Voto: 5 su 5

domenica 1 novembre 2015

La Spada della Verità - vol. 1

La Spada della Verità - vol. 1
di: Terry Goodkind

Formato: Kindle
Dimensioni file: 2323 KB
Pagine: 871
Editore: Fanucci Editore (29 marzo 2013)
ASIN: B00C3HI61I
Data di acquisto: 21 ottobre 2015
Letto dal 23 ottobre al 1° novembre 2015

Sinossi: Le Terre d'Occidente sono in pericolo: i confini magici, eretti da un grande mago a difesa della civiltà contro i poteri del male, stanno crollando. Esseri mostruosi provenienti dagli altri Regni compaiono all'improvviso nella foresta, e assieme a loro giunge anche Kahlan Amnell, una fanciulla dotata di misteriosi poteri e inseguita da quattro agguerriti assassini. Richard Cypher, giovane guida che ha da poco perso il padre, interviene coraggiosamente in aiuto della ragazza e con lei si mette alla ricerca del mago che aveva un tempo creato la barriera: è lui l'unico baluardo rimasto a contrastare il malvagio potere di Darken Rahl, e i suoi propositi di conquista...

La mia recensione: A fine febbraio 2015, durante una domenica senza partite dell'Inter, comprai e divorai in un baleno il mini libro Debito di ossa, che altro non era che il prequel della saga de La spada della Verità. E, visto che la sua lettura mi piacque parecchio decisi che, prima o poi, avrei letto anche gli altri libri della stessa saga. A distanza di ben otto mesi mi sono ricordato di quella promessa fatta a me stesso: era arrivato il momento del primo volume... anzi, viste le sue quasi 900 pagine, del primo tomo. In Debito di ossa ci eravamo lasciati con il mago Zeddicus che (dopo aver saldato il suo debito, salvato sua figlia e sconfitto le armate di Panis Rahl), aveva eretto una sorta di confine magico tra la terra della magia ed i territori di coloro che volevano vivere in assoluta semplicità e senza incantesimi. Questo primo volume, che si svolge qualche decina di anni dopo i fatti narrati nel suo prequel, si apre con quei confini magici che stanno per essere abbattuti da Darken Rhal, il figlio del despota precedentemente sconfitto. Ma non è tutto: Darken Rahl, in parole povere, vuole impossessarsi anche di tutto il sapere magico per poter controllare e governare anche il mondo sotterraneo dei morti. Sul suo cammino troverà ancora una volta il mago Zed, questa volta aiutato dalla Madre Depositaria Kahlan Amnell ed il Cercatore di Verità Richard Cypher, il protagonista vero e proprio di tutta la saga. Devo dire che questo primo volume (chiamato anche La prima regola del mago), nonostante le sue molte pagine, è stato di una lettura davvero facile e veloce: davvero ottima la descrizione dei luoghi e la caratterizzazione dei personaggi (ad un certo punto mi ero anche affezionato alla spietata Mord-Sith Deanna... ma il Cercatore me l'ha ammazzata quasi subito). Inoltre, cosa fondamentale per me, non ho mai trovato parti noiose o senza un briciolo di azione. La compagnia del Cercatore (che all'inizio del libro, onestamente, mi è sembrata un po troppo simile all'analoga compagnia de Il Signore degli Anelli) si imbatte in una continua serie di problemi e tranelli che è proprio impossibile staccarsi dalla lettura. I personaggi secondari non sono troppi e, con molti di loro che sono assolutamente ininfluenti per l'esito finale, non rovinano la fluidità dello scorrere delle pagine. Libro promosso a pieni voti; inoltre, c'è da dire che anche se è solo il primo di una serie di undici volumi, qui la storia è auto-conclusiva...perciò, se non vorrete leggere gli altri 10 volumi (ma io sì e li sto già comprando), non ci sarà molto da perdere.
Voto: 5 su 5

----- La Spada della verità - Piano dell'opera -----
- Prequel: Debito di Ossa (1998)
- Volume 1 (La prima regola del mago): L'assedio delle tenebre (1998) / La profezia del mago (1999)
- Volume 2: Il guardiano delle tenebre (1999) / La pietra delle lacrime (2000)
- Volume 3: La stirpe dei fedeli (2000) / L'Ordine Imperiale (2000)
- Volume 4: La profezia della luna rossa (2001) / Il tempio dei venti (2001)
- Volume 5: L'anima del fuoco (2002)
- Volume 6: La fratellanza dell'Ordine (2003)
- Volume 7: I pilastri della creazione (2004)
- Volume 8: L'impero degli indifesi (2005)
- Volume 9: La catena di fuoco (2006)
- Volume 10: Fantasma (2007)
- Volume 11: Scontro finale (2008)