domenica 28 maggio 2017

National Geographic Italia: i numeri di gennaio e febbraio 1999

----- Gennaio 1999 -----
- Oasi coralline. Come città marine ricche di vita, le barriere coralline presentano una varietà biologica paragonabile solo alle foreste pluviali. Le più spettacolari si trovano nell'Oceano Pacifico occidentale.
- Allarme coralli. Le barriere coralline influenzano la nostra vita in molti modi. Ma molte di esse subiscono oggi distruzione e degrado.
- Lawrence d'Arabia. La vita di uno studioso di Oxford che, impugnate le armi, condusse una crociata personale a favore dell'indipendenza araba e cambiò la storia del Medio Oriente.
- Il misterioso anaconda. Un'equipe di scienziati studia sul campo le abitudini riproduttive del serpente più grande del mondo.
- Assalto al muro. Sull'Isola di Baffin una squadra di rocciatori affronta una parete di pietra di 730 metri, sfidando il picco Grande Vela.
- I confini del sapere. Con oltre 250 finanziamenti nel solo 1998, la Commissione per la ricerca e l'esplorazione della Ngs ha arricchito la nostra conoscenza del mondo regalandoci straordinarie scoperte scientifiche.
- Corvi imperiali. Figura mitologica e tradizionale presagio di buona o cattiva sorte, con i suoi complessi comportamenti il corvo imperiale non smette di sorprendere gli studiosi.
- Popocatépetl. In Messico, il governo prepara l'evacuazione dei villaggi minacciati da un vulcano attivo. Ma gli abitanti, nonostante le eruzioni, si rifiutano di abbandonare le loro terre.

----- Febbraio 1999 -----
- Mappa in allegato: Biodiversità (lato A) e Le forme della vita (lato B)
- Album del Millennio: Biodiversità, una vecchia novità alla Ngs. "Percorrono la Terra da Polo a Polo, a loro agio su una barriera corallina battuta dalle onde come in un arido deserto": così il vicedirettore Frank M. Chapman, ornitologo, celebrava meraviglie e varietà degli uccelli su Geographic del giugno 1913. Piante e animali sono un refrain familiare alla Society fin dall'inizio. Nel 1889,"Geografia della vita", una delle cinque sezioni della Ngs, era diretta da C. Hart Merriam, tra i fondatori della Society e promotore del futuro U.S. Fish and Wildlife Service. Negli anni Trenta, il biologo William Beebe stupiva i lettori descrivendo le creature degli abissi osservate dalla sua batisfera. In seguito, i suoi studi sull'isola di Trinidad hanno portato alla ricerca di nuove specie delle foreste pluviali svolta oggi da scienziati come Edward O. Wilson, dell'Università di Harvard. Proprio a Wilson si deve la divulgazione del concetto di biodiversità, introdotto di recente: la varietà di esseri viventi in un ecosistema. "La vita è ben più differenziata e abbondante di quanto si sia mai pensato", ha scritto nel dicembre del 1991.
- Biodiversità: l'inventario della vita. Pur accogliendo un'incredibile quantità di specie, la Terra sta diventando un ambiente inospitale per molti organismi. Un'introduzione a questo numero speciale di Joel L. Swerdlow.
- La varietà della vita - Cacciatori di specie - La Sesta Estinzione - Operazione Madagascar - In cerca di soluzioni. Un numero incalcolabile di specie sta scomparendo prima ancora che si riesca a catalogarle. Dall'America del Sud all'Africa, cinque articoli dal fronte della battaglia per la salvezza dei tesori biologici del nostro pianeta.
- Sotto i ghiacci dell'Antartide. Un'equipe di esploratori oceanici scopre un mondo colorato e pieno di vita sotto un bianco deserto.
- Elefanti di foresta. In una sperduta radura nella Repubblica Centrafricana, la biologa Andrea Turkalo compie il primo approfondito studio sulle abitudini di questi misteriosi pachidermi in via d'estinzione.
- Diatomee: alghe di vetro soffiato. Visti attraverso un potente microscopio, i gusci silicei di queste alghe unicellulari rivelano un'arcobaleno di colori, regalandoci immagini di straordinaria bellezza.
- Piante e formiche. Nelle foreste povere di sostanze nutritive, piante e formiche si sono evolute per venire incontro alle reciproche esigenze. Dal Borneo, le rare fotografie delle uniche formiche nuotatrici conosciute che aiutano una pianta carnivora a digerire gli insetti.

Nessun commento:

Posta un commento